essere

1ès·se·re
v.intr. (io sóno; essere) FO
I. v.intr., in funz. di copula
I 1. unisce il soggetto e il predicato nominale, costituito spec. da un nome o un aggettivo, con la funzione prevalente di attribuire una certa qualità o stato al soggetto: Maria è maestra, il gatto è un felino, il film era bello, Carlo è felice, essere italiano, essere seduto, essere piccolo, essere grande, è bene tacere | in forma di anacoluto, con il soggetto plurale e il predicato singolare o viceversa: il suo problema sono i figli | con valore esortativo o nelle formule di benvenuto: sii buono!, sii il benvenuto!
I 2. in relazione a una prop. soggettiva: il guaio è che ha piovuto | in relazione a una prop. comparativa: essere come l'oro | in relazione a una prop. infinitiva, spec. sott.: sono stato io a dirglielo
II. v.intr., in funz. di predicato verbale
II 1a. avere realtà, esistere: Dio è, non angosciarti per ciò che non è; esprimere, rappresentare un qualche aspetto della realtà: chi credi di essere? | sarà!, può essere!, per esprimere riserva, dubbio o incredulità verso l'affermazione dell'esistenza o della realtà di qcs. | risultare effettivamente presente: sono qua per aiutarti, è lui in carne e ossa; chi è?, come domanda quando si sente bussare o suonare alla porta
II 1b. LE vivere: Ei fu (Manzoni) | TS burocr. del fu o anche fu, discendere dal defunto: Antonio del fu Mario
II 2. FO accadere, succedere, avvenire: che sarà di noi?; ho sentito un rumore, cos'è stato? | quel che è stato è stato, non pensiamoci più, mettiamoci una pietra sopra | sarà quel che sarà, sarà quel che Dio vuole, per esprimere fiducia nel destino o fatalismo | così sia!, per esprimere accettazione, consenso o rassegnazione è formula usata spec. in conclusione di preghiere | sia pure!, per esprimere concessione all'accadere, all'avvenire di un fatto | come se niente fosse, per esprimere indifferenza nei confronti di un giudizio, un fatto, ecc.
II 3. FO misurare, pesare, costare: la stanza è due metri per tre, le pesche sono 4 chili; quant'è?, quanto costa?
III. v.intr.
III 1a. FO con avv. o loc. locativi, o con le prep. a e in, trovarsi in un luogo, stare: essere a casa, nel letto, al mare; essere sopra, sotto, davanti, dietro, in alto, in basso, dappertutto; dove sei?, dov'è il mio libro?; l'entrata è da quella parte, il caffè è lì; eravamo tutti giù in strada, erano lì ad aspettarlo; la citazione è nel terzo capitolo | estens., consistere: in questo è il problema; la sua vita è il lavoro | nei tempi passati, andare, recarsi: sono stato al mare, al cinema; sei mai stato in Francia? | con le prep. tra e fra, trovarsi in mezzo: la mia casa è tra il ponte e l'incrocio
Sinonimi: stare, trovarsi.
III 1b. FO estens., arrivare, giungere: saremo a destinazione fra 4 ore, sarò da te fra 5 minuti
III 2a. FO fig., con le prep. in e a, trovarsi in una situazione o in una data condizione: essere in pace, in guerra, nei pasticci; essere in collera, in ansia; essere in colpa, in errore, nel vero; essere in rapporto, in amicizia con qcn.; essere in miseria; essere in viaggio, in cammino; la cambiale è in scadenza, lo stipendio è in pagamento; le piante sono in fiore, la gatta è in calore | con la prep. a, trovarsi in una data situazione: essere al sicuro, essere all'oscuro di qcs., essere al settimo cielo; essere ridotto a: essere al verde, alla fame, alla disperazione | con la prep. in, presentarsi in un modo, avere un certo aspetto: essere in abito da sera, essere in forma
III 2b. FO con le prep. in e a, trovarsi in un certo tempo o periodo: siamo a Natale; essere al quinto, al settimo mese, di donna in una certa fase della gravidanza | in rif. all'età: essere nell'adolescenza, essere sulla trentina
III 3. LE con le prep. in e sul seguite da verbo, stare per, essere in procinto di: donna che in parturir sia (Dante), era poi sempre sul chiedere a questo e a quello (Nievo)
III 4. FO con la prep. di, appartenere a qcn.: il libro è di Mario, quel cane non è di nessuno | appartenere per natali, discendere: essere di Roma, è gente di campagna, essere di buona famiglia; provenire: questa verdura è del nostro orto | far parte di un gruppo e sim.: è del partito comunista, essere del Milan; sei dei nostri?, sei del nostro gruppo, stai dalla nostra parte? | essere costituito o caratterizzato da una qualche materia o qualità: essere di ferro, di plastica; essere una persona di buon carattere, la battuta era di dubbio gusto | estendersi nel tempo, in grandezza, in quantità: la vacanza sarà di 10 giorni, il mio numero di telefono è di 6 cifre, la palazzina è di 3 piani | risultare: essere d'aiuto, d'impaccio, mi è stato di grande utilità | essere destinato a un incarico e sim.: essere di turno, di guardia, di servizio | addirsi, spettare: è del lessicografo registrare neologismi | caratterizzarsi per argomento: il libro è di storia
III 5a. FO con la prep. per seguita da una forma nominale, essere destinato: questo regalo è per te | fig., addirsi: questo lavoro non è per te | dipendere da qcs. o da qcn.: ha ottenuto il posto ma non è per la bravura; spec. preceduto da se: se non fosse stato per lui avremmo perso la partita | riguardare, concernere: se è per l'esame, non preoccuparti!; se è per questo, lo sapevo già!
III 5b. FO preceduto dalla prep. per per esprimere una limitazione: per essere intelligente lo è, ma è molto antipatico
III 6. FO seguito dalla prep. da per indicare necessità, possibilità o convenienza: la camicia è da lavare, è un problema difficile da risolvere, questo non è da te
III 7. FO seguito dalla prep. con, trovarsi in compagnia di qcn., andare insieme a qcn.: ero con Mario; la pace sia con te!, formula di augurio a qcn. | estens., essere d'accordo, condividere opinioni, sentimenti e sim.: sono con te quando dici che bisognerebbe cambiare le cose | sostenere, aiutare: bisogna essere con lui in questo momento difficile | avere: essere con il cappotto
III 8a. FO in relazione a una frase introdotta da che, in funz. rafforzativa, enfatica: è a te che parlo, era per questo che ti chiamavo | seguito dalla congiunzione che: non è che non ci credo, è solo che mi sembra strano!
III 8b. FO in altri usi enfatici: com'è che?, perché, come mai: com'è che non ti fai vivo?; anche ass.: «Non siamo più partiti» «Com'è?» | quand'è che...?, quando: quand'è che tornate?, quand'è l'ultima volta che l'hai incontrato?
III 9. LE con la prep. a, appartenere: a me non è la forma di Adone né le ricchezze di Mida (Boccaccio) | LE importare, interessare: a me molto non è perdere i passi, | perduta avendo ogni altra cosa mia (Ariosto)
IV. v.intr., impers. FO seguito da un predicato che indica un fatto, un fenomeno e sim., senza che venga espresso un soggetto: è presto, è tardi, è buio, è Natale; è sera, è già giorno, era d'inverno; è il 1999; è mezzanotte, è l'una, che ora è?; anche alla 3Є pers. pl.: sono le tre, che ore sono?
V. v.aus. FO come ausiliare nella coniugazione passiva dei verbi transitivi: io sono amato, la lettera è stata spedita due mesi fa; nei tempi composti di molti verbi intransitivi: è arrivato ieri alle cinque; nei tempi composti di verbi riflessivi e pronominali: ti sei sporcato, mi sono lavato; nei tempi composti dei verbi impersonali: è piovuto, è nevicato; nei tempi composti dei verbi servili che reggono un infinito: non sono potuto andare, sono dovuto restare
\
DATA: 1037-89.
ETIMO: dal lat. *essere, da esse di orig. indoeuropea.
NOTA GRAMMATICALE: coniugazione propria, vd. quadro essere; forme ant. e letterarie: nell'ind. pres. semo per siamo, sete per siete, enno per sono, nell'ind. imperf. era per ero, nel pass.rem. fusti per fosti, fuste per foste, furo o fuoro o foro per furono, nell'ind. fut. fia o fie per sarà, fiano o fieno per saranno, nel congt. imperf. fussi per fossi, ecc., nel cond. pres. saria o fora per sarei, nel p.pass. essuto o suto per stato, nel ger. pres. sendo per essendo.
POLIREMATICHE:
essere a cavallo: loc.v. CO
essere a cavallo della tigre: loc.v. CO
essere a conoscenza: loc.v. CO
essere a disposizione: loc.v. CO
essere agli ultimi: loc.v. CO
essere a, in secco: loc.v. CO
essere alla candela: loc.v. CO
essere alle solite: loc.v. CO
essere allo studio: loc.v. CO
essere all'ultimo: loc.v. CO
essere ancora nel mondo della luna: loc.v. CO
essere a piedi: loc.v. CO
essere a spasso: loc.v. CO
essere come cane e gatto: loc.v. CO
essere cosa fatta: loc.v. CO
essere culo e camicia: loc.v. CO
essere da capo: loc.v. CO
essere da tanto: loc.v. CO
essere della partita: loc.v. CO
essere del mestiere: loc.v. CO
essere del numero: loc.v. CO
essere di fretta: loc.v. CO
essere di ritorno: loc.v. CO
essere di scena: loc.v. CO TS teatr.
essere di vedute larghe: loc.v. CO
essere d'uopo: loc.v. CO
essere giocoforza: loc.v. CO
essere il caso: loc.v. CO
essere in bernecche: loc.v. RE tosc.
essere in brodo di giuggiole: loc.v. CO
essere in castigo: loc.v. CO
essere in corrispondenza: loc.v. CO
essere in corsa: loc.v. CO
essere in errore: loc.v. CO
essere in onda: loc.v. CO
essere in progetto: loc.v. CO
essere in ribasso: loc.v. CO
essere in voga: loc.v. CO
essere la goccia che fa traboccare il vaso: loc.v. CO
essere la metà di mille: loc.v. CO
essere l'asso di briscola: loc.v. CO
essere lì: loc.v. CO
essere l'ombra: loc.v. CO
essere nell'aria: loc.v. CO
essere nelle maniche: loc.v. CO
essere pappa e ciccia: loc.v. CO
essere questione: loc.v. CO
essere solito: loc.v. CO
essere sulla bocca di tutti: loc.v. CO
essere sulla china degli anni: loc.v. CO
essere sulle orme: loc.v. CO
essere un altro conto: loc.v. CO
essere una pera cotta: loc.v. CO
essere via: loc.v. CO
————————
2ès·se·re
s.m.
1a. TS filos. solo sing., condizione di ciò che esiste o può esistere, di ciò che ha realtà o vita: l'essere e il nulla, l'essere e il divenire, l'essere e il non essere; la scienza dell'essere, l'ontologia
Sinonimi: ente, entità, realtà, sostanza.
1b. CO solo sing., natura, essenza: la ragione costituisce l'essere dell'uomo, conoscere qcn., qcs. nel suo vero essere, le più profonde fibre dell'essere
Sinonimi: essenza.
1c. LE solo sing., l'esistere, esistenza, vita: pare che l'essere delle cose abbia per suo proprio ed unico obiettivo il morire (Leopardi)
Sinonimi: esistenza, 1vita.
1d. BU solo sing., stato, spec. di salute o finanziario, in cui una persona si trova; in essere: di qcn., in buona salute, in prosperità; in buono, in cattivo essere: di qcs., in buono, in cattivo stato
2a. AU ciò che esiste; ente, creatura, organismo vivente: l'uomo è un essere razionale, Dio ha creato ogni essere, esseri animati e inanimati; l'essere umano, gli esseri umani: l'uomo, gli uomini | persona, individuo: un essere spregevole, odioso, senza scrupoli, è uno strano essere | anche ass., spreg. o scherz.: quell'essere di mio marito si è dimenticato del mio compleanno, quell'essere si è scordato di fare la spesa | personaggio fantastico o immaginario: gli esseri della mitologia nordica
Sinonimi: creatura, ente, individuo, organismo | individuo, 1soggetto, tipo, 1tizio.
2b. TS teol. seguito da attributi come sommo, supremo, superiore, assoluto, trascendente, anche con iniz. maiusc., Dio
\
DATA: av. 1257.
ETIMO: der. di 1essere.

Dizionario Italiano.

Look at other dictionaries:

  • essere (1) — {{hw}}{{essere (1)}{{/hw}}A v. intr.  (pres. io sono , tu sei , egli è , noi siamo , voi siete , essi sono ; imperf. io ero , tu eri , egli era , noi eravamo , voi eravate , essi erano ; pass. rem. io fui , tu fosti , egli fu , noi fummo , voi… …   Enciclopedia di italiano

  • essere — essere1 / ɛs:ere/ [lat. esse (volg. essĕre ), pres. sum, da una radice es , s , che ricorre anche nel sanscr. ásti egli è , gr. estí, osco est, ant. slavo jestŭ, ecc.] (pres. sóno, sèi, è, siamo [ant. o region. sémo ], siète [ant. sète ], sóno… …   Enciclopedia Italiana

  • essere — A v. intr. 1. (assol.) esistere, sussistere, consistere □ apparire, manifestarsi, mostrarsi, presentarsi, trasparire, comparire □ (di persona, di cosa, di fenomeno) costituire, rappresentare, formare 2. (assol., di avvenimento) accadere, avvenire …   Sinonimi e Contrari. Terza edizione

  • essère — (è ssê r ) s. f. Terme de médecine. Variété de l urticaire …   Dictionnaire de la Langue Française d'Émile Littré

  • essere — essere2 pl.m. esseri …   Dizionario dei sinonimi e contrari

  • essere il gallo della Checca — Essere benvoluto, ammirato, conteso dalle donne, o credere di esserlo e comportarsi di conseguenza: vale a dire un don giovanni nel primo caso, un molesta pappagallo della strada nel secondo. Egli è il gallo della Checca, / tutte vede, tutte… …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

  • essere il mèntore — Essere il saggio consigliere di qualcuno, colui che ne tutela gli interessi, come lo fu il vecchio Mentore, personaggio dell Odissea omerica, nei riguardi di Ulisse che, partendo per Troia, gli aveva affidato la sua casa e la protezione del… …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

  • essere (o segnare) sul libro nero — Essere e, rispettivamente, considerare inviso, sospetto, nemico, da vigilare con cura e da punire alla prima occasione. Era così chiamato il registro sul quale, durante la Rivoluzione Francese, venivano annotati i nomi dei sospetti nemici del… …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

  • essere un creso — Essere smisuratamente ricco, come Creso, re della Lidia, regione dell Asia Minore, che regnò dal 560 al 546 a.C. La sua fama proverbiale si deve ai Greci, stupiti dei ricchissimi doni votivi che il re mandò al santuario di Delfi …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

  • essere un (o fare il) ganimede — Essere uno che si veste e si comporta in modo troppo ricercato. Il mitologico Ganimede, bellissimo giovane, fu rapito dall aquila di Giove, o da Giove sotto forma di aquila, e fatto coppiere degli dei. La locuzione è sempre, più o meno,… …   Dizionario dei Modi di Dire per ogni occasione

Share the article and excerpts

Direct link
Do a right-click on the link above
and select “Copy Link”

We are using cookies for the best presentation of our site. Continuing to use this site, you agree with this.